1758: Costruzione della cappella delle Grazie per la reliquia con l'ostia miracolosa

Il miracolo eucaristico ha portato alla costruzione di una cappella

Nel 1758 sotto la badessa Maria Angela Katharina von Hermanin da Reichenfeldt fu costruita l'odierna cappella delle Grazie per la venerazione della reliquia con l'ostia miracolosa. L'ostia è al centro di un evento miracoloso del XIII secolo e la fonte dell'inizio del pellegrinaggio a Müstair. Nel 1767 un benefattore donò due nuovi altari in onore del miracolo. Uno di questi è ancora conservato contro la parete orientale dell'odierna cappella.

La reliquia persa, l'immagine di Santa Maria trova il suo posto a Müstair

Nel 1799, quarantuno anni dopo la costruzione della cappella, la reliquia fu rubata dai francesi durante la seconda guerra di coalizione. È probabile che anche la cappella abbia subito dei danni. Solamente a partire al 1838, grazie al trasferimento dell'immagine di Santa Maria, il pellegrinaggio riprese e la pala d'altare fu adattata all'immagine miracolosa del 1621.

 

Offerte votive e rose di carta

Sulla parete occidentale sono sospese le offerte votive sia per chiedere un favore sia in segno di gratitudine. I visitatori possono scrivere su di un foglio di carta, decorato con una rosa, le loro richieste o i loro ringraziamenti, le loro preghiere o intercessioni e appenderli nelle tavolette votive. Le suore di Müstair prendono periodicamente le richieste e i ringraziamenti dalla parete votiva e le integrano nelle loro preghiere.

 

Restauri del XX e XXI secolo

Nel 1904 l'interno della cappella dovette essere riverniciato. Il crollo di una massa di neve fece cedere il tetto della cappella nel 1902. Nel 1938, in occasione della celebrazione del 150 anno dal trasferimento dell'immagine miracolosa a Müstair, la cappella fu nuovamente riccamente decorata. Josef Malin la decorò con stucchi e montò una lastra di marmo carolingia come paliotto davanti all'altare.

Tra il 1949 e il 1951, le attuali finestre a sud con i Santi Placido e Nicola di Flüe furono montate, il pavimento ricoperto di lastre di granito e installata la corrente alle lampade a parete. Durante l'inverno del 1994 / 1995 le stuccature furono danneggiate a causa del gelo, il tetto fu rinnovato nel 2006 e nel 2010 gli interni furono restaurati.